Il flusso economico verso azionisti e finanziatori

in

I risultati della gestione 2011 producono per gli azionisti 59,6 milioni di euro di dividendi, pari a 0,28 euro per azione, confermando un pay-out (rapporto dividendi su utile d’esercizio) pari a circa il 70%. Gli utili di competenza di terzi sono pari a 7,56 milioni di euro.
Anche le utilities, da sempre considerate un titolo rifugio, hanno risentito nell’anno della grave insicurezza congiunturale dell’economia: tra questi il titolo Acea che, al 31.12.2011, ha registrato una flessione di quasi il 42% rispetto all’anno precedente ed una capitalizzazione complessiva di 1.041 milioni di euro (1.831 milioni nel 2010).

Tabella n. 63 – ANDAMENTO INDICI DI BORSA E TITOLO ACEA (2010-2011)

 variazione % 31.12.11 (rispetto al 31.12.10)
Acea -41,97%
FTSE Italia All Share -24,29%
FTSE Mib -25,20%
FTSE Italia Mid Cap -26,56%

Allo stakeholder finanziatore  sono destinati 150,8 milioni di euro, in aumento del 22% circa rispetto ai 123,5 milioni di euro del 2010. La composizione degli oneri finanziari registra una sostanziale stabilità  degli interessi  sull’indebitamento a breve, medio e lungo termine, e un contenuto  incremento  degli interessi sulle obbligazioni, da 36,8 milioni di euro del 2010 ai 42,2 milioni di euro del 2011. Nell’importo  complessivo su indicatori entrano anche le commissioni sui crediti ceduti, pari a 23,6 milioni (10,3 milioni nel 2010).