La condivisione delle tematiche di responsabilità sociale d'impresa

Una scelta di responsabilità d'impresa si traduce nella definizione di politiche e strategie aziendali ispirate ai valori dell'ascolto attivo e del confronto bilanciato con gli stakeholder di riferimento e nella realizzazione di una gestione operativa in sintonia con le legittime istanze rilevate. Le opportunità di interazione con soggetti preparati e di riflessione sui possibili scenari futuri in ambito economico, sociale e ambientale rappresentano occasioni formative per l'azienda che intende migliorare la propria cultura
d'impresa, coniugando la capacità di generare pro fitto con quella di perseguire lo sviluppo sostenibile. a tal fine, Acea partecipa ai network più accreditati e alle iniziative di maggiore interesse organizzate dal mondo accademico, dalla società civile, dalle istituzioni o da altre imprese nazionali e internazionali, offrendo il proprio contributo e recependo gli stimoli più funzionali.
Tra le iniziative 2011, Acea:

  • ha confermato l'adesione al CSR Manager Network, operativo da alcuni anni su iniziativa di Altis-Università Cattolica e Isvi, insieme con le principali imprese italiane attive nella sostenibilità, partecipando agli incontri organizzati nel corso dell'anno;
  • ha confermato l'adesione ai princípi emanati dal Global Compact, partecipando attivamente ad incontri e seminari organizzati dal network italiano. in particolare, Acea è stata coinvolta inun gruppo di lavoro focalizzato su tematiche ambientali e impegnato nella definizione di requisiti di tipo ambientale da introdurre progressivamente nei sistemi di qualificazione dei fornitori. Gli incontri hanno avuto come obiettivo anche quello di diffondere e incoraggiare un approccio preventivo nei confronti delle sfide ambientali e proattivo nella diffusione di tecnologie che rispettino l'ambiente.
  • ha partecipato al Forum CSR 2011 organizzato dall'ABI, un appuntamento annuale sul tema della responsabilità sociale d'impresa a cui partecipano i rappresentanti delle istituzioni nazionali e internazionali e i maggiori esperti del settore;
  • ha partecipato, sia come sponsor che in veste di relatore, a master post-universitari dedicati al tema dello sviluppo sostenibile e della gestione della responsabilità d'impresa: master in Corporate Citizenship organizzato da Fondaca, master in Management e responsabilità sociale d'impresa organizzato dalla Pontificia Università San Tommaso d'Aquino-Angelicum, master in Management e regolazione per l'energia sostenibile organizzato dalla LUISS;
  • ha contribuito all'iniziativa denominata Management by Ethics, organizzata dal Consorzio Elis e dalla Pontificia Università della Santa Croce, consistente in un ciclo di incontri dedicati ai top manager delle maggiori imprese italiane con l'obiettivo di promuovere la conciliazione tra pratica manageriale ed etica al servizio della persona, facendo leva sui princípi della RSI;
  • ha proseguito la collaborazione al progetto internazionale CAT-MED e ne ha portato testimonianza ad Ecopolis, l'evento dedicato a presentare soluzioni ecosostenibili per l'ambiente urbano che nel 2011 ha proposto una vetrina di best practices agli amministratori territoriali che hanno il compito di appli- care scelte di sviluppo sostenibile sui territori gestiti.
  • ha seguito i principali convegni e seminari sulle diverse tematiche afferenti alla sostenibilità.

Box – La ricerca CSR Online Awards Italy 2011

Negli ultimi anni anche la comunicazione on line delle imprese sul proprio impegno e sulle performance raggiunte in tema di società e ambiente, etica, governance e dialogo con gli stakeholder ha acquisito un rilievo specifico. In questo ambito, e per il secondo anno, Acea, è stata valutata insieme ad altre imprese comprese in un panel contenente le 50 maggiori società italiane quotate.
La ricerca CSR Online Awards Italy 2011, realizzata dalla società Lundquist, si basa su un protocollo composto da 79 criteri valutativi, definiti da oltre 300 esperti di CSR a livello internazionale, attinenti 3 specifiche aree d'indagine sui siti internet delle società (contenuti, navigabilità ed usabilità, grado di dialogo e coinvolgimento), in base ai quali analizzare gli approcci di queste verso la responsabilità sociale.
In tale classifica Acea si è mantenuta sostanzialmente stabile, salendo di una posizione e risultando 28ima in graduatoria, con 21,5 punti.
Lo studio, come testimonia il punteggio medio ricevuto dai componenti del campione in esame, 35,4 punti su 100, praticamente invariato rispetto al 2010, evidenzia come vi siano ancora ampi margini di miglioramento nella capacità di dare adeguata risposta alle istanze informative degli stakeholder su temi non finanziari (ambientali, sociali e di governance) utilizzando le potenzialità del web. La ricerca ha evidenziato altresì quelli che, secondo gli esperti, sono gli elementi maggiormente apprezzabili nella comunicazione on line della CSR per costruire relazioni di fiducia con gli utenti: l'adozione di linee guida internazionali CSR; processi di audit da parte di enti esterni; la comunicazione costante, agevole e tempestiva di informazioni su governance e politiche aziendali, performance e obiettivi aggiornati, anche attraverso l'utilizzo dei social media, al fine di strutturare e qualificare il dialogo con gli stakeholder.