Gli scambi che arricchiscono

in

L’azienda ha voluto essere presente ai più rilevanti convegni, seminari, tavoli di lavoro che si sono svolti nel 2011 in Italia sui temi dell’ambiente e della sua tutela. In tali occasioni Acea ha voluto condividere le esperienze portate avanti negli anni nei diversi settori di operatività, incluse le sperimentazioni tecnologiche più recenti (basti pensare alle “reti intelligenti”) ed ha avuto occasione di trarre stimoli e suggerimenti per continuare a migliorare. Tra le numerose iniziative nelle quali è stata coinvolta, Acea ha proseguito nell’anno la partecipazione al progetto CATMED, cui hanno aderito Roma insieme ad altre 10 città dell’area mediterranea, con l’obiettivo di realizzare “Quartieri sostenibili” (vedi box dedicato).

Box – Acea nell’ambito del progetto CAT-MED 2011

Il progetto CAT-MED (Changing Mediterranean Metropolises Around Time) – avviato nel 2009 su sollecitazione delle Autorità cittadine di Malaga con l’obiettivo di individuare iniziative per ridurre l’impatto ambientale dell’urbanizzazione e limitare le emissioni di gas serra – è proseguito nel 2011. Nell’iniziativa sono coinvolte, oltre a Malaga, altre 10 città dell’area del Mediterraneo: Barcellona, Valencia, Siviglia, Marsiglia, Aix en Provence, Salonicco, Atene, Genova, Torino e Roma, che hanno intrapreso un percorso comune per elaborare strategie condivise. Le attività prevedono il coinvolgimento dei principali portatori di interesse presenti sul territorio, riuniti in “gruppi di lavoro metropolitani”, ciascuno impegnato a elaborare soluzioni operative originali, con l’intento di predisporre una guida metodologica per la realizzazione nel concreto di “Quartieri sostenibili”.
Acea, su istanza della Pubblica Amministrazione, è parte attiva del gruppo di lavoro metropolitano di Roma ed ha portato il proprio contributo nel corso dei lavori svolti nell’anno che hanno riguardato lo sviluppo in forma sperimentale di alcune soluzioni innovative di alto profilo ambientale in un quartiere pilota individuato in ciascuna delle città partecipanti.
Altre informazioni su: http://catmed.eu