La valutazione dei fornitori

In Acea sono attivi Sistemi di Qualificazione dei fornitori di lavori, beni e servizi, aggiornati con regolarità. Dal 2011 è responsabile del coordinamento dell’intero Processo di Qualifica  e Rating dei Fornitori la Funzione Sicurezza e Tutela della capogruppo, in particolare della registrazione e dell’aggiornamento degli Albi Fornitori e delle Vendor List del Gruppo, della raccolta e del mantenimento di tutte le informazioni relative alle prestazioni dei Fornitori (Rating).
Le imprese che decidono di qualificarsi devono dimostrare il possesso dei requisiti di ordine generale imposti dalla normativa di settore (cosiddetti “requisiti morali”) e dei requisiti di ordine speciale (tecnici e qualitativi) richiesti dai singoli Sistemi ed esplicitati nei rispettivi Regolamenti di qualificazione, disponibili on line nel sito web aziendale. Due elementi tipici dei requisiti “di ordine morale” previsti dalla normativa sono particolarmente rilevanti ai fini della tutela dei lavoratori, vale a dire il pagamento regolare di imposte, tasse, e contributi a favore dei lavoratori attestato dal DURC - Documento Unico di Regolarità Contributiva e l’osservanza delle norme in materia di sicurezza e di ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro. Qualunque irregolarità in merito ai requisiti ricordati dà luogo all’automatica esclusione dalla gara. Tra i requisiti speciali si segnala la richiesta di un Sistema di Qualità aziendale, conforme alle norme UNI EN, anche ove non obbligatorio ai sensi della normativa vigente.
Gli operatori possono iscriversi ai Sistemi di Qualificazione istituiti in Acea in ogni momento della loro vigenza, inoltrando la richiesta d’iscrizione all’Albo e la documentazione a corredo.
Qualora, nel corso delle verifiche e degli aggiornamenti svolti ogni anno, risultasse il venir meno dei requisiti posseduti al momento dell’iscrizione, le imprese verranno sospese dall’Albo in attesa del ripristino di condizioni regolari. I Sistemi di Qualificazione attivi al 31.12.2011 in Acea sono:

  1. il Sistema di Qualificazione delle imprese esecutrici di lavori elettrici edizione 2011 (linee aeree e linee in cavo interrato AT; linee aeree ed in cavo MT/BT; cabine primarie e secondarie; impianti di illuminazione pubblica e artistica);
  2. il Sistema di Qualificazione delle imprese esecutrici di lavori idrici ed elettromeccanici edizione 2011 (reti idriche e fognarie; condotte acquedottistiche e collettori fognari; teleriscaldamento, impianti meccanici, impianti elettrici, impianti di telecomunicazione e automazione);
  3. il Sistema di Qualificazione avente ad oggetto la fornitura di elettropompe;
  4. il Sistema di Qualificazione avente ad oggetto la fornitura di cavi elettrici;
  5. il Sistema di Qualificazione avente ad oggetto la fornitura di trasformatori;
  6. il Sistema di Qualificazione avente ad oggetto la fornitura di contatori idrici;
  7. il Sistema di Qualificazione avente ad oggetto la fornitura di armature a tecnologia Led, attivato nel 2011;
  8. il Sistema di Qualificazione avente ad oggetto la fornitura di armature funzionali per illuminazione stradale, attivato nel 2011;
  9. il Sistema di Qualificazione avente ad oggetto prestazioni professionali di gestione licenze e direzione lavori e sorveglianza archeologica, attivato nel 2011;
  10. il Sistema di Qualificazione avente ad oggetto prestazioni professionali coordinamento per la sicurezza, attivato nel 2011;

In ragione della pubblicazione nel 2011 (luglio-settembre) delle nuove edizioni dei Sistemi di qualificazione dedicati ai lavori, per l’area idrica ed elettrica, la situazione delle iscrizioni ai due Sistemi, al 31 dicembre 2011, presenta carattere transitorio, risultando in corso, a tele data, l’istruttoria relativa alle richieste di iscrizione presentate.
In dettaglio, al 31 dicembre, l’iscrizione al nuovo sistema lavori elettrici è stata richiesta da 27 operatori economici, mentre per il sistema lavori idrici ed elettromeccanici i candidati sono 85.
Ci si attende l’aumento delle richieste di iscrizione nell’arco del primo quadrimestre 2012, poiché le imprese iscritte ai previgenti sistemi di qualificazione (113 per i lavori idrici; 45 per i lavori elettromeccanici e 37 per i lavori elettrici) perderebbero altrimenti il diritto di invito alle gare.
In merito ai Sistemi di Qualificazione merceologici, attivati nel 2011, si registrano già 5 fornitori qualificati per l’Albo Armature funzionali per illuminazione stradale e 8 operatori per l’Albo armature a tecnologia Led.; resta invece invariato il numero degli operatori iscritti ai Sistemi di forniture già istituiti (8 operatori per l’Albo cavi elettrici, 8 per l’Albo trasformatori e 5 per l’Albo contatori idrici).
Nel 2011, inoltre, sono stati pubblicati alcuni Sistemi di qualificazione dedicati ai Professionisti: In particolare, al 31 dicembre risultano già iscritti 18 operatori all’Albo dei Coordinatori per la sicurezza, 29 professionisti all’Albo dedicato alla direzione lavori e 6 professionisti all’Albo riservato alla sorveglianza archeologica.

La Funzione Acquisti e Logistica ha posto particolare attenzione agli aspetti legati alla valutazione della sicurezza e qualità ed ha stabilito di implementare un sistema per il vendor rating di tutti i fornitori che entrerà in funzione nel 2012 e misurerà le prestazioni dei fornitori valutando le differenti performance: operative, commerciali e relative alla sicurezza sul lavoro e alla tutela dell’ambiente.
Nel 2011 è proseguita da parte di Acea Distribuzione l’applicazione del Vendor rating, nell’ambito dei lavori in area energia, un sistema di valutazione dell’operato delle imprese, sviluppato, già da alcuni anni, in collaborazione con l’Università di Tor Vergata.
Il sistema di valutazione, incentrato su parametri di qualità e sicurezza, prevede ispezioni in cantiere e l’elaborazione di classifiche di merito basate sulla reputazione degli appaltatori, delle quali è possibile tener conto, in maniera oggettiva e non preponderante, nell’aggiudicazione delle gare.

Box – Qualità e sicurezza: il sistema di Vendor rating per i lavori in area energia

Il metodo di misurazione delle performance delle imprese appaltatrici di lavori nell’area energia, messo a punto in collaborazione con il Center of Advanced Procurement dell’Università “Tor Vergata” di Roma, elabora le informazioni raccolte su 135 parametri di giudizio incentrati su qualità e sicurezza, a seguito di ispezioni in cantiere, e le traduce in un “indicatore di reputazione” (IR).
L’IR è stato inserito come possibile parametro ulteriore nella formula di aggiudicazione dell’appalto premiando le imprese con i migliori standard di sicurezza e qualità.
L’Unità “Ispezione e Verifiche” di Acea Distribuzione, tra il 2008 e il 2011 ha svolto circa 3.800 ispezioni. L’indicatore di reputazione medio mensile per le imprese è passato da un valore di circa 40, rilevato nelle fasi iniziali del progetto, ad un risultato pressoché pari a 91,5, con un trend di miglioramento particolarmente significativo. Il sistema ha dimostrato di poter incrementare l’affidabilità degli operatori, garantendo livelli prestazionali ottimali e generando ricadute positive lungo la catena di fornitura.
L’indice reputazionale, ovvero il giudizio che la stessa società ha assegnato nel tempo al suo fornitore diventa, accanto al ribasso proposto, un possibile elemento di valutazione dell’offerta che incide, in modo equilibrato, sulla scelta del vincitore.
Nel grafico è rappresentato l’andamento temporale della valutazione media di tutte le imprese dall’avvio del sistema fino a tutto il 2011.


Valutazione complessiva imprese (ottobre 2007-dicembre 2011)

valutazione_fornitori_complessiva.jpg

Ingrandisci immagine

 

È inoltre possibile l’applicazione di penali e la sospensione delle attività dell’appaltatore: nel 2011 sono stati sospesi per “non conformità” sulla sicurezza 33 cantieri, a fronte di un totale di 962 visite effettuate. L’applicazione del Vendor rating continua a rappresentare un forte stimolo per il miglioramento dei livelli di attenzione a qualità e sicurezza e nel corso dell’anno si è ottenuto un ulteriore aumento dell’indice reputazionale medio delle 34 imprese che hanno operato per Acea Distribuzione, passato da un valore di 87,78 nel dicembre 2010 a 91,5 nel dicembre 2011 (vedi box di approfondimento). Infine, in coerenza con l’adozione da parte di Acea Distribuzione del Sistema di Gestione della Sicurezza secondo la norma OHSAS 18001:2007, le imprese fornitrici di lavori sono tenute a sottoscrivere la Politica per la Salute e la Sicurezza sui luoghi di lavoro.

Box – Il contenzioso con i fornitori

Il contenzioso tra l’azienda e i fornitori riguarda principalmente due ambiti: le contestazioni per mancati corrispettivi a fronte di provviste di beni, lavori e servizi e i ricorsi in materia di contratti  di appalto.
Nel primo ambito si tratta di fatture che, nel 90% dei casi, non vengono pagate per motivi formali e trovano generalmente rapida soluzione in via transattiva: in merito si registrano 11 posizioni aperte e chiuse nel 2011. Altre 10 posizioni sono invece pendenti e riguardano mancati pagamenti per inadempimenti contrattuali.
Relativamente al contenzioso sui contratti di appalto, si hanno prevalentemente ricorsi al TAR in materia di aggiudicazioni (21 ricorsi), o davanti al Giudice ordinario relativamente a riserve, risoluzioni ecc. per 39 cause in corso, per lo più risalenti a rapporti contrattuali dei primi anni 2000, che scontano pertanto la durata e i gradi di svolgimento dei giudizi.